Comuni interessati: Lecco,
Settore: acquedotto
Valore Iva Esclusa: 450.000
Inizio Lavori: Novembre 2024
Fine Lavori: 2025
Risoluzione di Infrazione Europea: No
Status del progetto: in programma
Finanziato dall'Unione Europea

Descrizione

Gli interventi fanno parte del più ampio e complesso progetto, individuato tramite modellazione idraulica, per l’efficientamento e il controllo delle reti idriche del comune di Lecco.

Si è deciso di separare gli interventi in più progetti distinti, in base alla localizzazione e alla complessità, per consentire l’avanzamento dei lavori e rispettare le tempistiche prestabilite.

Via alla Spiaggia e via Marinai d’Italia

L’intervento in oggetto consiste nel completamento delle opere realizzate per la sostituzione della rete idrica e fognaria in attraversamento alla linea ferroviaria durante i lavori di realizzazione del sottopasso ferroviario in via alla Spiaggia in comune di Lecco.

Nel contempo si prevede anche la sostituzione della rete idrica in via Marinai d’Italia.  Le opere sono finalizzate al completamento del collegamento idrico della zona a monte e a valle della linea ferroviaria. 

Per quanto riguarda la rete di acquedotto, le opere in progetto sono classificabili come intervento di sostituzione rete e sono sinteticamente riassunte di seguito:

  • posa di una tubazione in PEAD De 160 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 16 m e monte della linea ferroviaria e di circa 5 metri a valle della stessa ad una profondità di circa 1.10 m che verrà collegata alla rete;
  • posa di 2 camerette d’ispezione, in condivisione con la rete fognaria, una a monte e una a valle del controtubo in attraversamento alla rete ferroviaria già realizzato;
  • estensione, a valle della rete ferroviaria, del controtubo in acciaio e della relativa tubazione all’interno in PEAD De 160 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 3 m;
  • posa di una tubazione in PEAD De 90 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 125 m in via Marinai d’Italia ad una profondità di circa 1.10 m che verrà collegata alla rete;
  • predisposizione degli allacciamenti, compresi di valvola a TEE e contatore, posizionato al limite della proprietà;
  • posa di saracinesche di sezionamento della rete;

L’intervento prevede il completamento delle opere realizzate durante i lavori per la realizzazione del sottopasso ferroviario, in attraversamento alla linea ferrovia Lecco-Bergamo, nel mese di novembre 2019, dove è stato posato una controtubo in acciaio DN 300 mm con all’interno una tubazione in PEAD De 160mm.

Nello specifico le opere in progetto prevedono la posa di una tubazione in PEAD De 160mm per una lunghezza di circa 16 m a monte e di 5 m a valle della linea ferroviaria, per permettere il collegamento con le tubazioni esistenti e con la posa di idonee saracinesche.

A valle della linea ferroviaria è prevista l’estensione del controtubo predisposto, con la posa di una tubazione in acciaio DN 300 mm e della relativa tubazione posta all’interno in PEAD De160mm, per una lunghezza di circa 3 metri, fino al raggiungimento della fascia di rispetto della linea ferroviaria di 10 m. A monte e a valle del controtubo verrà posata una cameretta di ispezione, in condivisione con la rete fognaria e con la tubazione passante, di dimensione interna 1 x 1 m, profondità 3,10 m a monte e 2,70 m a valle.

In prossimità della cameretta di ispezione del controtubo, sia a monte che a valle, verrà posta idonea saracinesca di sezionamento della rete, posta in cameretta di dimensioni 80×80 cm, profondità 1,50 m. Nel contempo si prevede la sostituzione della rete esistente posta in via Marinai d’Italia, ammalorata e soggetta a frequenti perdite, mediante la posa di una tubazione in PEAD De 90 mm per una lunghezza di circa 125 m. 

Per quanto riguarda i materiali di sottofondo, rinfianco e rinterro si adotterà di norma il seguente schema:

  • sottofondo di 0,15 m in sabbia;
  • rinfianco in sabbia fino a 0,15 m sopra il cielo del tubo;
  • rinterro in ghiaia 0,70 m;
  • ripristini stradali come allo stato attuale secondo le indicazioni di progetto.

Per quanto riguarda la rete di fognatura, le opere in progetto sono classificabili come intervento di sostituzione rete e sono sinteticamente riassunte di seguito:

  • posa di una tubazione in PEAD De 200 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 10 m e monte della linea ferroviaria e di circa 8 metri a valle della stessa ad una profondità variabile che verrà collegata alla rete esistente;
  • posa di 2 camerette d’ispezione, in condivisione con la rete idrica, una a monte e una a valle del controtubo in attraversamento alla rete ferroviaria già realizzato;
  • estensione, a valle della rete ferroviaria, del controtubo in acciaio e della relativa tubazione all’interno in PEAD De200 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 3 m;
  • posa di 1 cameretta di ispezione realizzata in opera dim. 80×80 cm;

Via Polvara e via Roccolo

Questi interventi sono necessari per garantire un miglioramento della gestione della risorsa idrica, tramite un potenziamento di condotte ammalorate e vetuste caratterizzate inoltre da un diametro sottodimensionato.

Le opere in progetto sono classificabili come interventi di miglioramento della gestione della rete idrica e sono sinteticamente riassunte di seguito:

  • Posa di una tubazione in PEAD De 110 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 660 m ad una profondità di circa 1.10 m che verrà collegata alla rete di distribuzione afferente alla rete “Acquate”;
  • predisposizione degli allacciamenti, compresi di valvola a TEE e contatore, posizionato al limite della proprietà;
  • posa di saracinesche di sezionamento della rete.

Le opere saranno realizzate nel rispetto dei caratteri morfologici ambientali dell’area.

Tutte le sistemazioni di ripristino sono previste in assoluto rispetto dei luoghi mantenendo la continuità della trama esistente.

Analizzando l’impatto delle opere in progetto, è possibile affermare che non sussistono particolari problemi né dal punto di vista ambientale né dal punto di vista visivo; infatti, a lavori ultimati tutti i manufatti risulteranno completamente interrati, tranne gli idranti.

Intervento finanziato dall’Unione Europea nel contesto dell’iniziativa Next Generation EU con codice PNRR M2C4-I4.2_058 incluso nel “Progetto per la riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti, in Provincia di Lecco – PNRR M2C4-I4.2”

Maggiori informazioni sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono disponibili ai seguenti link: