Lierna: interventi di ottimizzazione rete idrica serbatoi Maccallè, Cremeno e Bogno

Comuni interessati: Lierna,
Settore: acquedotto
Valore Iva Esclusa: 1.200.000
Inizio Lavori: Gennaio 2024
Fine Lavori: Settembre 2024
Risoluzione di Infrazione Europea: No
Status del progetto: in corso
Finanziato dall'Unione Europea

Descrizione

L’intervento in oggetto consiste nella sostituzione di tratti della rete di distribuzione appartenenti ai serbatoi “Bogno”, “Cremeno” e “Maccallè” nel comune di Lierna. Questi interventi sono necessari per garantire un miglioramento della gestione della risorsa idrica, tramite sostituzione di tratti ammalorati, potenziamento di condotte di diametro ridotto e installazione di camerette di riduzione e misura per la distrettualizzazione delle reti. Allo stesso tempo si provvederà al parziale spostamento della rete di adduzione, che alimenta il serbatoio “Bogno”, all’interno di vie comunali già interessate dalle lavorazioni sulle reti di distribuzione. Attualmente la rete di adduzione è infatti posata in maniera non idonea lungo l’alveo di un torrente che veicola le sue acque nel porto del paese. Anche l’adduzione che collega il serbatoio “Bogno” al serbatoio “Cremeno” verrà spostata e posata dalla proprietà privata e posata in via Plinio il Giovane.

Gli interventi fanno parte del più ampio e complesso progetto, individuato tramite modellazione idraulica, per l’efficientamento e il controllo delle reti idriche del Comune di Lierna. Si è deciso di separare gli interventi in più progetti distinti, in base alla localizzazione e alla complessità, per consentire l’avanzamento dei lavori e rispettare le tempistiche prestabilite. 

Le lavorazioni nella zona Nord di Lierna prevedono interventi atti a migliorare la gestione della rete di adduzione e delle reti di distribuzione dei serbatoi “Maccallè”, “Bogno” e “Cremeno”.
Per quanto riguarda la rete del serbatoio “Cremeno” si è deciso di sostituire le tubazioni di distribuzione lungo 180 m di via Ciserino e 175 m di via alla Foppa, lungo la via Bala per 230 m e 300 m di via Manzoni. Con la messa in carico delle tubazioni in PEAD De 75 mm, già predisposte lungo 105 m di via Bala, sarà possibile contare su “anelli” che renderanno maggiormente flessibile ed efficiente il sistema di distribuzione afferente al serbatoio “Cremeno”. Le tubazioni in PEAD, nello specifico, saranno caratterizzate da un De 90 mm lungo via Manzoni, via Bala e via Ciserino e da De 63 mm per quella posata in via alla Foppa. Lungo la via Bala verrà realizzata una cameretta interrata di riduzione pressione. Lungo la via Parodi, partendo dalla tubazione posata recentemente nei pressi della Chiesa, verrà posata una tubazione in PEAD con De 90 mm per una lunghezza di circa 250 m, per poi proseguire in via della Libertà per 80 m e in via Genico per circa 115 metri, per collegarsi alla rete esistente afferente al serbatoio “Maccallè” in via della Libertà. Lungo la via Genico che sale verso la via Plinio il Giovane, verrà posata una tubazione in PEAD
De di 63 mm per una lunghezza di circa 125 m, sempre afferente al serbatoio “Maccallè” .

Gli interventi che riguardano la rete del serbatoio “Bogno” sono invece la posa di tubazioni lungo la via Ducale per 125 metri in PEAD con De 90 mm, in via per Giussana in PEAD De110 mm per una lunghezza di circa 215 metri, mentre in via Manzoni per una lunghezza di circa 320 metri e in via Bala per 230 metri, verrà posata una tubazione in PEAD De 125 mm. All’interno della cameretta-armadio già esistente nell’incrocio tra via Manzoni e via per Giussana verranno installati nuovi organi di manovra per ridurre la pressione in sostituzione degli esistenti, senza apportare modifiche esterne.
Per la rete del serbatoio “Bogno” si prevede inoltre la posa delle tubazioni in PEAD De 140 mm lungo via della Libertà per circa 170 metri, e di via Parodi per circa 225 metri, andando ad eliminare le tubazioni attualmente posate sulla sponda del Torrente Brentalone. Verrà inoltre posata una tubazione in PEAD De 90 mm in via Panizza per circa 115 metri. In via Parodi verrà realizzata una cameretta interrata per la riduzione della pressione. Lungo tutte le linee appena descritte saranno installate delle saracinesche di sezionamento delle varie reti e di collegamento ai tratti di rete esistenti. 

Intervento finanziato dall’Unione Europea nel contesto dell’iniziativa Next Generation EU con codice PNRR M2C4-I4.2_058 incluso nel “Progetto per la riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti, in Provincia di Lecco – PNRR M2C4-I4.2”

Maggiori informazioni sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono disponibili ai seguenti link: