Barzanò: Sostituzione rete acquedotto in via Papa Giovanni XXIII, via Gramsci e via Colombo

Comuni interessati: Barzanò,
Settore: fognatura
Valore Iva Esclusa: 470.000
Inizio Lavori: Marzo 2024
Fine Lavori: Giugno 2024
Risoluzione di Infrazione Europea: No
Status del progetto: in corso

Descrizione

L’intervento in oggetto consiste nella sostituzione della rete di distribuzione idrica in via Papa Giovanni XXIII, via Campagnola, via Gramsci e via Colombo nel Comune di Barzanò.
Le tubazioni esistenti saranno sostituite da delle nuove tubazioni in PEAD De 160, PEAD De 125 e PEAD De 90 mm PN 16 per un tratto complessivo di circa 280 metri in via Parini.
Le opere sono finalizzate al miglioramento della situazione idrica garantendo un’adeguata portata agli insediamenti nuovi ed esistenti nella zona ed aumentando l’affidabilità della rete.

  • Le opere in progetto sono classificabili come intervento di sostituzione della rete di distribuzione e sono sinteticamente riassunte di seguito:
    posa di una tubazione in PEAD De 160 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 730 m ad una profondità di circa 1.15 m che verrà collegata alla rete;
  • posa di una tubazione in PEAD De 125 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 48 m ad una profondità di circa 1.15 m che verrà collegata alla rete;
  • posa di una tubazione in PEAD De 90 mm PN 16 PE 100 per una lunghezza di circa 317 m ad una profondità di circa 1.10 m che verrà collegata alla rete;
  • predisposizione degli allacciamenti, compresi di valvola a TEE e contatore, posizionato al limite della proprietà;
  • posa di n. 4 idranti soprasuolo; 
  • posa di saracinesche di sezionamento della rete.Le opere saranno realizzate nel rispetto dei caratteri morfologici ambientali dell’area.
    Tutte le sistemazioni di ripristino sono previste in assoluto rispetto dei luoghi mantenendo la
    continuità della trama esistente.
    Analizzando l’impatto delle opere in progetto, è possibile affermare che non sussistono
    particolari problemi né dal punto di vista ambientale né dal punto di vista visivo, infatti a lavori
    ultimati tutti i manufatti risulteranno completamente interrati.