Comuni interessati: Verderio,
Settore: depurazione
Valore Iva Esclusa: 2.000.000
Inizio Lavori: Gennaio 2025
Fine Lavori: Dicembre 2025
Risoluzione di Infrazione Europea: No
Status del progetto: in programma

Descrizione

L’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato di Verderio inferiore ha una potenzialità di progetto di 20.000 AE ed è situato in Strada Consortile dei Grilli, nella zona sud del territorio comunale.

Il progetto ha come obiettivo l’adeguamento dello scolmatore di portata in testa e dell’impianto di depurazione di Verderio, nel rispetto del Regolamento Regionale

Il progetto è stato redatto:

  • mantenendo invariata la potenzialità di progetto;
  • adeguando alcune sezioni di impianto per un miglioramento del trattamento depurativo;
  • per introdurre i volumi di accumulo nel rispetto del vigente Regolamento Regionale.

Il progetto è stato quindi sviluppato suddividendo gli interventi tra:

Interventi esterni” all’impianto(scolmatore, grigliatura dei sovraflussi, vasca di accumulo acque sfiorate e relativo sollevamento);

interventi interni all’impianto :

  • Si realizza un nuovo manufatto per la scolmatura della portata in arrivo dalla rete fognaria seguìto da una nuova sezione di rimozione dei solidi dei sovrafflussi idraulici da inviare alla vasca di accumulo;
  • Si sfrutta la volumetria delle vasche di stabilizzazione aerobica esistente per adeguarla a vasche per il processo biologico;
  • Si sfrutta la volumetria della vasca di ossidazione dei bottini per convertirla a vasca di stabilizzazione aerobica dei fanghi;

Si evidenzia che, stante la situazione di inquinamento dell’area di impianto e dei vicini laghi (vasche volano), si dovrà procedere alla bonifica delle stesse. Come concordato con la Committenza, tali interventi non sono previsti nel presente progetto, ma saranno definiti attraverso una progettazione dedicata. Tuttavia, in questa sede si ritiene opportuno sottolineare che la bonifica della vasca volano (ex cava dei Grilli) dovrà considerare il rifacimento del suolo di fondo e delle scarpate in maniera tale da poter essere utilizzate quali sottofondazioni per opere strutturali.