Delineate le linee guida del progetto di partnership industriale e societaria di Lario reti gas e ACEL Service

Con riferimento alla lettera di intenti non vincolante sottoscritta il 1° aprile e la cui scadenza è stata prorogata al 31 dicembre 2017, Lario Reti Holding S.p.A. comunica che le attività di studio del percorso di partnership industriale hanno delineato le possibili linee guida dell’operazione, pur senza arrivare ad alcun documento contrattuale vincolante.

L’aggregazione vede come step operativi la fusione per incorporazione in ACSM-AGAM di ASPEM, AEVV, ACEL service, AEVV Energie e Lario Reti Gas e, come passo successivo, una riorganizzazione delle società di business, a fini sia di compliance con la normativa regolatoria (unbundling) che di ottimizzazioni gestionali operative, per il tramite di conferimenti in società già esistenti nel Gruppo oppure di nuova creazione.

La realtà aggregata si configurerebbe come un player quotato, a maggioranza pubblica supportata da un solido partner industriale di profilo nazionale. La realtà aggregata profila un significativo incremento di EBITDA oltreché un forte sviluppo di iniziative sul territorio.

Trattandosi di una importante operazione per il territorio della Provincia di Lecco, la valutazione ora passa ai soci. L’iter decisionale sarà articolato in tre fasi: ad una prima assemblea per la presentazione del progetto seguiranno i necessari approfondimenti nei consigli comunali, il cui esito sarà oggetto di una seconda assemblea, da tenersi entro dicembre, nella quale deliberare l’indirizzo a procedere.
Solo in caso di esito positivo si arriverà in una terza assemblea, probabilmente a marzo 2018 e sempre preceduta dai consigli comunali, per l’effettiva conclusione dell’operazione con i documenti definitivi.

Lario Reti Holding