Controlli

In ottemperanza al disciplinare tecnico dell'ATO, Lario reti holding esegue regolari controlli di qualità sull'acqua potabile e sulle acque reflue. Il controllo avviene in ogni fase del ciclo idrico: alle fonti, durante il processo di accumulo, nei serbatoi, nei sistemi di erogazione all'utenza, nei sistemi di raccolta fognaria e dopo la depurazione nei corpi idrici superficiali.

Campionatura

La maggior parte delle verifiche richiede la disponibilità centralizzata di campioni d'acqua prelevati manualmente o automaticamente. Dopo l'identificazione e la catalogazione, i campioni sono consegnati al Laboratorio d'analisi che costituisce cuore del sistema di monitoraggio del sistema idrico. Nel caso di alcuni impianti in gestione a Idroservice S.r.l., i parametri di funzionamento dei sistemi che sostengono il servizio idrico integrato possono essere acquisiti anche automaticamente attraverso sistemi di telecontrollo e telemisura.

Analisi delle acque

La qualità dell'acqua che scorre dai rubinetti di casa o dalle fontane pubbliche, è il risultato di una lunga serie di controlli e verifiche che ne assicurano la potabilità.

La valutazione dei dati analitici è fondamentale per l'adattamento degli impianti e gli eventuali interventi per il ripristino dei valori di norma. La corretta refertazione dei prelievi è di grande importanza anche ai fini della comunicazione verso le amministrazioni comunali e la popolazione.

Il giudizio di potabilità delle acque è una prerogativa delle ASL che valutano l'acqua per il consumo umano, mentre a Idroservice S.r.l. spettano i controlli su tutta la filiera e i processi che dalle captazioni portano agli impianti di adduzione e di accumulo, fino alla distribuzione dell'acqua.

Le attività analitiche di verifica idrica, riguardano tre tipologie di parametri:

  • microbiologici (che appurano, per esempio l'assenza di batteri come Escherichia Coli e Streptococchi);
  • chimici (che misurano l'assenza di piombo, solventi, antiparassitari, arsenico ecc.);
  • relativi alle caratteristiche delle acqua (durezza, PH, conducibilità, quantità di ferro e sodio disciolti ecc.).

L'acqua raccolta e distribuita da Idroservice S.r.l. agli 89 Comuni della Provincia di Lecco proviene da:

  • 167 sorgenti naturali;
  • 71 gruppi di pozzi che attingono dalle falde sotterranee
  • dal Lago.

L'acqua delle sorgenti prevede 200 campionamenti per anno e la produzione di 700 analisi chimico-fisiche e 900 analisi microbiologiche. Quella che viene estratta dai pozzi, invece, prevede 220 campionamenti all'anno su cui sono eseguite 3.000 analisi chimico-fisiche e 350 di tipo microbiologico. Per la captazione dal Lago, viene attinta acqua da una profondità di 60 metri, che è sottoposta a trattamenti di potabilizzazione. A questa sono effettuate circa 1.200 analisi chimico-fisiche, la disinfezione e mineralizzazione, 1.800 analisi chimico-fisiche e 250 analisi batteriologiche per anno. A valle delle captazioni, vettoriamento e accumulo, sono effettuate ulteriori analisi che comprendono 500 campionamenti per anno con circa 4.000 analisi fisico-chimiche 1.400 controlli microbiologici.

Controllo sulle acque reflue

Mentre i controlli sull'acqua distribuita hanno finalità sanitaria, il sistema di collettamento e analisi delle acque reflue hanno una finalità prevalentemente ambientale. Il riferimento normativo è il D.Lgs 152/2006 (cosiddetto "Codice dell'ambiente"), integrato da direttive regionali per il controllo delle acque reflue.

L'onere del monitoraggio è a carico del gestore del servizio, mentre il giudizio di conformità sui liquami in uscita dai depuratori è assegnato all'ARPA, l'Autorità Regionale Per l'Ambiente. Nella Provincia di Lecco la rete fognaria civile e industriale ha un'estensione di 1.600 km ed è soggetta a 200 campionamenti annui principalmente di natura chimico-fisica. Le verifiche valutano 1.500 parametri chimico-fisici e la presenza di metallo.

Durante il processo di depurazione, svolto attraverso 32 impianti gestiti, sono effettuate ulteriori verifiche, circa 300 all'anno di natura chimico-fisica e altrettante per la verifica circa la presenza di metalli. Dopo l'abbattimento delle sostanze organiche inquinanti vengono effettuati altri 4.000 esami di monitoraggio con rilevazione automatica su 400 campioni.

Sezione dedicata alla Trasparenza

Visita la sezione Società Trasparente.

Scopri di più